Tutto merito del Gin(epro)…

Le buone idee nascono spesso dall’incontro tra un elemento semplice ed un’intuizione geniale. Nel nostro caso, tutto ha avuto inizio con una bacca di Ginepro e con l’acume di alcuni giovani italiani espatriati. Era il 2014, e Filippo Previero fondava assieme a due suoi amici VII Hills, con un scopo ben preciso: portare l’Italia in giro per il mondo con un bicchiere di Gin. Noi italiani quando si parla di vino non siamo secondi a nessuno. Ma lo stesso non si può dire per i distillati. Nonostante nel nostro paese si realizzino prodotti di alto livello, spesso il loro nome non riesce ad entrare nell’immaginario collettivo. Tuttavia, non dimentichiamoci che difficile non è sinonimo di impossibile. “VII Hills” è una realtà che ha suscitato il nostro interesse, e abbiamo approfittato della disponibilità del fondatore Priviero per scoprire di più riguardo i loro prodotti e cosa li contraddistingue dalla concorrenza.

Dal Tamigi al Po’.

In primo luogo, abbiamo chiesto a Filippo Previero com’è nata VII Hills, e la sua risposta ha trasformato la nostra curiosità in sorpresa. “Tutto iniziò in un pub londinese. Io e due miei amici volevamo creare un Gin tutto italiano per servire un Negroni unico. Come ben si sa questo cocktail porta il nome di un nostro connazionale, e viene realizzato con Campari e Vermut. Però il Gin, che non è tipico del nostro paese. Volevamo perciò aggiungere ancora più italianità ad un cocktail che a molti ricorda il nostro paese. Inizialmente pensavamo che realizzare un buon Gin fosse come realizzare un buon Negroni. Ci sbagliavamo. Non è stato affatto semplice, ma con l’impegno siamo riusciti ad avviare la produzione in UK. La svolta è arrivata nel 2017, con lo spostamento della produzione presso una distilleria torinese attiva da più di 100 anni. Ora il prodotto è d’avvero 100% Made in Italy.”

Incontriamo il (Gin)Team.

Incuriositi dal racconto degli esordi della loro attività, abbiamo chiesto a Previero di parlarci un po’ della sua squadra e delle posizioni ricoperte da ogni membro. “Io mi occupo principalmente di marketing, sviluppo dei prodotti e gestione del Brand. Rebecca Kwee è invece la nostra direttrice finanziaria. Si è unita a noi nel 2017, e si occupa di sviluppo d’impresa e distribuzione. Federico Leone merita una menzione particolare: è stato uno dei primi a credere nel progetto quando ancora non aveva raggiunto la portata odierna. Federico è il referente per il mercato italiano, e si occupa della distribuzione e dei rapporti con il nostro principale partner italiano.”

Gin per tutti i gusti.

La secondo domanda che abbiamo rivolta a Previero riguardava più nello specifico i prodotti attualmente commercializzati. “Il nostro prodotto di punto è senza dubbio il VII Hills Italian Dry Gin” – ha risposto – “Un Gin composto da 7 spezie principali tutte di origine italiana e provenienti dai colli romani. Il nome che abbiamo scelto infatti vuole essere un rimando ai 7 colli di Roma. Ed è proprio dalla tradizione della Roma Antica che attingiamo. Tuttavia, il nostro prodotto è realizzato con una tecnica all’avanguardia. La distillazione sottovuoto preserva le essenze, e come risultato abbiamo un liquido delicato e al contempo ricco di sapore. Inoltre ci avvaliamo di una

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.