Plug-in di WordPress: cosa sono e perché usarli? 

WordPress è il CMS più utilizzato per creare un sito internet. La grande popolarità di questa piattaforma open source si deve essenzialmente a tre fattori. Innanzitutto, WordPress è molto semplice da utilizzare, anche per chi non ha dimestichezza con altri CMS. In secondo luogo, è una piattaforma che si presta bene ad ogni nostra necessità. Con WordPress è possibile creare di tutto, da un semplice blog ad un e-commerce. Il terzo punto di forza di WordPress è rappresentato dai suoi tanti plug-in. Grazie a queste estensioni è possibile implementare le funzionalità del proprio sito web in WordPress. Alcuni plug-in sono gratuiti, mentre altri sono a pagamento. Ovviamente i plug-in non sono tutti uguali. Nei paragrafi precedenti andremo a vedere quali sono i 10 plug-in più interessanti per il proprio sito web.

1) Yoast SEO: il plug-in di WordPress più utilizzato

Un buon plug-in per la SEO è ormai presente in ogni sito web realizzato in WordPress. Anche in quelli usati per fini personali. Yoast SEO è uno dei plug-in più utilizzati per migliorare il proprio posizionamento nei motori di ricerca. Questo plug-in può essere usato gratuitamente. Tuttavia, passando al pacchetto premium è possibile sbloccare molte altre funzionalità, tra le quali:

  • un gestore per reindirizzare gli utenti.
  • blocchi per link interni, al fine di delineare meglio la struttura del sito.
  • suggerimenti relativi ai link esterni da inserire.
  • controlli per indirizzare i motori di ricerca verso le tue pagine principali.
  • possibilità di connessione con Zapier per facilitare la condivisione di contenuti.

Ovviamente le funzionalità di Yoast SEO non si limitano solo ai punti sopra elencati. Se siete dei neofiti, vi consigliamo di prendere famigliarità con il pacchetto gratuito. Scoprirete che utilizzare questo plug-in è molto semplice.

2) Antispam Bee: il miglior alleato contro i messaggi indesiderati

Lo Spam nei commenti è un elemento di routine, soprattutto se si è blogger. Una soluzione a questo problema è spesso rappresentata dai moduli captcha. Tuttavia, l’inserimento di questi elementi può risultare complesso. Antispam Bee è la giusta soluzione a questo problema. Tale plug-in infatti blocca gli spambot, ancor prima che essi riescano ad accedere ai commenti. Con Antispaam Bee è anche possibile controllare le pagine già archiviate di un blog per rilevare lo spam al loro interno. Un altro grande punto a favore di questo plug-in è quello di essere conforme alle leggi europee sulla protezione dei dati personali.

3) WooCommerce: tutto il necessario per il tuo e-commerce

Con questo utilissimo plug-in di WordPress è possibile realizzare in pochi passi una piattaforma e-commerce. Perciò, se si è alle prime armi e non si ha dimestichezza con altri CMS usati per l’e-commerce (come Prestashop o Magento), WooCommerce rappresenta una vera e propria ancora di salvezza. L’utente può impostare suo piacimento il pattern ed il design. Il plug-in infatti istalla solamente le sezioni del menu. WooCommerce si può utilizzare sia per piattaforme piccole che per realtà più complesse. Ovviamente, anche in questo caso esiste un pacchetto gratuito ed uno a pagamento, con funzionalità più avanzate.

4) YARPP: il plug-in che ti aiuta a non perdere visitatori

YARPP, che è l’acronimo di Yet Another Related Posts Plugin, offre una funzione semplice e al contempo molto importante. Infatti, tramite YARPP è possibile elencare nel fondo della pagina di un articolo di blog altri contenuti rilevanti. Ovviamente questi contenuti saranno attinenti per tematica. Questo è pertanto un semplice trucchetto per aumentare il tempo di permanenza del visitatore sul proprio sito, proponendogli altri contenuti che potrebbero suscitare il proprio interesse.

5) bbPress: ciò che serve per il proprio Forum

Se si desidera offrire ai visitatori del proprio sito web una piattaforma per lo scambio comune di opinioni e commenti, o un punto d’appoggio dove è possibile porre domande o richieste, allora ciò di cui si ha bisogno è l’integrazione di un forum. bbPress è un plug-in che permette di aggiungere un forum al proprio sito web. Le modalità di accesso al forum sono decise dal gestore del sito. Perciò, sarà lui a decidere se il forum debba essere accessibile a tutti i visitatori, o se occorre registrarsi per potervi accedere. Tramite bbPress si possono evidenziare o chiudere determinati temi.

6) W3 Total Cache: i tempi di caricamento fanno la differenza

I tempi di caricamento del sito web sono molto importanti. Il Caching fa sì che vengano salvate le pagine caricate ogni volta che si visita un sito web. In questo modo si può risolvere il problema del caricamento lento. W3 Total Cache è un plug-in che permette di creare pagine HTML statiche, in grado di diminuire i tempi di caricamento. Così facendo, il nostro sito web diventa più appetibile agli occhi dei visitatori. Dopotutto, i tempi di caricamento fanno spesso la differenza.

7) Contact Form 7: il plug-in di WordPress che ti mette in contatto con i visitatori

Per inserire moduli di contatto su WordPress è necessario scaricare un plug-in. Come sappiamo bene, dare agli utenti la possibilità di contattarci è un requisito indispensabile per ogni sito web. Contact Form 7 è il plug-in gratuito di WordPress più utilizzato per fare ciò. Occorre tuttavia fare una premessa. Se si vuole adeguare il modulo di contatto al resto della pagina, è consigliato avere una conoscenza anche base di CSS. Ad ogni modo, Contact Forma 7 si può implementare con molta facilità e presenta già le funzioni più importanti per raggiungere il proprio scopo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.